La Revisione condominiale è attendibile?

La revisione condominiale e attendibile? Per rispondere in maniera esauriente occorre analizzare tre fondamentali aspetti:  disponibilità, genuinità e verificabilità della documentazione. Trattasi del “tavolo di lavoro” del revisore. In caso di carenza della documentazione è consigliabile svolgere un’attività di campionamento, a condizione che non avvenga a carico di aspetti troppo rilevanti della revisione stessa (come nel …

La Durata del mandato all’amministratore

La durata del mandato all’amministratore è soggetta ad interpretazioni. Se l’assemblea dovesse revocare il mandatario in carica, dovrebbe nominarne uno nuovo per legge; se la delibera di nomina fosse assunta senza la previsione non potrebbe essere considerata illegittima per omessa indicazione dell’argomento nell’o.d.g., in quanto naturale conseguenza di un provvedimento di revoca o di dimissioni. …

Nomina, revoca e rinnovo dell’amministratore

Nomina, revoca e rinnovo dell’amministratore. L’amministratore non provvede a convocare l’assemblea. Due o più condomini, che rappresentino almeno 1/6 del valore dell’edificio (166,66 millesimi), possono chiederne la convocazione. Decorsi inutilmente 10 giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla auto-convocazione (art. 66 c. 1 disp.att.c.c.). L’assemblea può essere ordinaria, nel caso di mancato rinnovo …

Il Registro pubblico di Amministratori condominiali

Il registro pubblico di amministratori condominiali è stato più volte richiesto nelle dovute sedi di discussione, come efficace strumento per scoraggiare l’esercizio abusivo dell’attività. Attraverso la sua istituzione presso il Ministero della Giustizia si possono rendere certe ed accertabili le competenze professionali dell’amministratore. Il registro pubblico di amministratori condominiali dovrebbe contenere i dati anagrafici di ogni …

I casi di revoca dell’amministratore

I casi di revoca dell’amministratore, deliberata in ogni tempo dall’assemblea (art. 1129 co. 11 c.c.), con le stesse maggioranze richieste per la nomina (art. 1136 co. 2 e 4 c.c.) sono: per giusta causa: per revocare l’amministratore che non abbia aperto un conto corrente condominiale o abbia commesso gravi irregolarità fiscali; senza giusta causa: poiché …

Crepe nei muri

Crepe nei muri: in tema di contratto d’appalto, sono gravi difetti dell’opera, rilevanti ai fini dell’art. 1669 c.c., anche quelle che riguardano elementi secondari ed accessori (come impermeabilizzazioni, rivestimenti, infissi), purché tali da comprometterne la funzionalità globale e la normale utilizzazione del bene, secondo la destinazione propria di quest’ultimo. Lo ha stabilito la Corte di …

Parapetti e ringhiere

Parapetti e ringhiere condominiali hanno bisogno di manutenzione generalmente a carico del proprietario, come previsto dalle norme vigenti in materia. Sono state oggetto di approfondimento da parte dell’Agenzia delle Entrate che li ha inseriti, nella guida pubblicata a marzo, tra le spese di manutenzione con diritto di detrazione fiscale per ristrutturazione edilizia nella misura del 50%. …

Revoca dell’amministratore

La revoca dell’amministratore può essere deliberata in ogni tempo dall’assemblea, con la maggioranza prevista per la sua nomina oppure con le modalità previste dal regolamento di condominio, si sensi dell’art. 1129 c.c.. Può altresì essere disposta dall’autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino, nel caso previsto dal quarto comma dell’art.1131, se non rende il conto della …