Nomina, revoca e rinnovo dell’amministratore

Nomina, revoca e rinnovo dell’amministratore. L’amministratore non provvede a convocare l’assemblea. Due o più condomini, che rappresentino almeno 1/6 del valore dell’edificio (166,66 millesimi), possono chiederne la convocazione. Decorsi inutilmente 10 giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla auto-convocazione (art. 66 c. 1 disp.att.c.c.). L’assemblea può essere ordinaria, nel caso di mancato rinnovo …

Il Registro pubblico di Amministratori condominiali

Il registro pubblico di amministratori condominiali è stato più volte richiesto nelle dovute sedi di discussione, come efficace strumento per scoraggiare l’esercizio abusivo dell’attività. Attraverso la sua istituzione presso il Ministero della Giustizia si possono rendere certe ed accertabili le competenze professionali dell’amministratore. Il registro pubblico di amministratori condominiali dovrebbe contenere i dati anagrafici di ogni …

I casi di revoca dell’amministratore

I casi di revoca dell’amministratore, deliberata in ogni tempo dall’assemblea (art. 1129 co. 11 c.c.), con le stesse maggioranze richieste per la nomina (art. 1136 co. 2 e 4 c.c.) sono: per giusta causa: per revocare l’amministratore che non abbia aperto un conto corrente condominiale o abbia commesso gravi irregolarità fiscali; senza giusta causa: poiché …